Inizio

Benvenuto

Introduzione

Storia dell’idea del film e
sua sinossi

NOTIZIE sulla Preparazione e realizzazione del Film:i suoi tempi d’azione sono differenziati
nel corso di quasi due anni...

Differenti fasi di Montaggio
ed Effetti Speciali

Sugli Attori del film

Notizie sull’autore

Información sobre
segmentos, musica y
animales de la película.

Agradecimientos a los
patrocinadores

Comentarios

Contatti

Trailer

Sugli Attori
 

historiaGli attori della parte dedicata alla Casa de Piedra sono tutti personaggi in carne ed ossa, alcuni con esperienze di teatro, come il “fumino” Andres. Poi quasi tutti hanno, nel loro paese natale, giá vissuto esperienze in comunitá alternative o hippies: parleremo innanzi tutto di Tenacy il quale non é solo la figura di riferimento che risponde per il suo gruppo al propietario della tenuta. É un agronomo, conosce di scienza ed alimentazione vegetariana, é pratico, trova soluzione ai problemi piú disparati, é carismatico e conciliante con tutti ma fermo nelle decisioni da prendere. Si prende cura di due cavalli che spesso servono per trasportare in montagna le cose che servono al gruppo.Gli riece naturale offrire parole di conforto o semplici consigli utili ai suoi amici. Nasce nello stato del Utah, primo incontro con il Costa Rica dieci anni fa.
Rosita fa le vecidi casa ed é sempre suo il benvenuto, presenta La Casa de piedra allo scrittore italiano, forse é una sensitiva, sicuramente esperta a comprendere e misurare l’impatto nelle persone visitanti di quelle forti energie naturali che si sprigionano in quel luogo. Lei una volta lassú s’innamoro’ sin dal primo momento della situazione di quel sito e decise di stabilirsi ed integrarsi all’allora costituenda comunitá! In precedenza era integrata ad altre due comunitá post-hippies nel Maryland e Wischousin.
Luigi é un italiano che “annusa” la comunitá e anche lui rimane incantato da come riescono a gestire l’orto. Tiene in mano (e per la coda) un giovane pisote, é originario di Bardolino (Verona) terra di buon vino, è sposato con una del Costa Rica.
Di Andres del qualesi accennava aggiungeremo che ha vissuto a New York e poi nello stato dell’Idaho, conosce svariate tecniche di autocoscienza e training autogeno,é diventato profondamente religioso e trova Dio in tutti gli esseri e cose che osserva del creato, da ragazzo faceva atletica e studiava tecniche indiane di levitazione del corpo, ama la Bhistoriaeat Generation e legge molti libri.

Nella prima parte realizzata fra il 2005 e i primi del 2006, che é poi l’intelaiatura del film, il ragazzo protagonista é Kenneth Alvarez di Porto Nuevo che guida la jeep del regista e gli indica le localitá balneari piú note, lo segue sul bagnasciuga e canta per lui, lo aiuta infine nella distribuzione dei cagnolini alla gente del pueblo di Dominicalito Nuevo.
Da qui la tristezza dello scrittore sul quale é basata la vicenda: “Mi dispiace che questo ragazzo deve partire per Panamá! Che farò da solo?”
Altro pezzo forte é Gabriel Umaña di La palma con i suoi larghi dentoni (ed il destino da eterno ragazzo per via dell’incidente) che é stato eletto dal Signore per diventare un cantastorie di talento.Queste storie le racconta e vorrebbe fossero rappresentate nel film, di persone che lo hanno colpito per il loro aspetto contundente come quel signore che ha il viso piagato ...Questo l’aiuta dimenticare le sue cocenti disavventure che paiono averlo segnato per sempre.
Il ragazzo biondo che stacca radici secche di caffè “machetaza” invece é il  pescatore contadino che  vende pesce fresco al regista. In ordine di apparizione dopo la chiusura del primo sipario sulla Casa de Piedra, il signor Jose titolare della funeraria convince lo scrittore (Marco Erler nel rúolo del regista), poi Mike, documentarista giamaicano trapiantato in Costa Rica, anche a seguirlo quando si apposterá per riprendere le scimmie. Poi abbiamo Loren, Adrian, Antonio, che assistono alla prova di degustazione e muovono i primi passi nella recitazione.
Al South Rio incontra Franco Terranova barman torinese e istrione di un italianitá sbandierata in una cittadina conservatrice e legata alle tradizioni contadine e mandriane in quel profondo sud del Costa Rica.
Al ristorante argentino c’é lo svizzero Bertold detto “In vino veritas!” e dopo di lui un altro personaggio verace:
il commercialista Franklin Ramirez Alfaro detto “el Indio” filmato nel suo studiolo pieno di spaventevoli feticci. Sará lui a confermare che ci sono per davvero delle  potenzialitá per tentare di sviluppare il progetto in questione, quello di una scuola per attori. In una nazione  dove il cinema si produce davvero poco, s’importa dal Messico e dalla Colombia.
Segue una carrellata notturna, sotto una vera eclissi di luna, di svariati ragazzi acrobati e giocolieri che si esercitano in allegria.
L’iglesia Agua Viva di Dominical de Osa é un’altro luogo d’incontri internazionali: per primo appare Trevor, canadese di Vancouver Island, è laggiúin uno dei suoi viaggi esplorativi.
Poi George che di chiesa in chiesa conosce pezzi di mondo, segue Henry ragazzo californiano che suona il bongo mentre Chris Deming, il leader Pastore, al termine della sua cantata ringrazia il Signore. Frank pronuncia sermoni mentre Paula ragazza tica del luogo lo traduce simultaneamente.
Tito é il nome d’arte di Jason , il ragazzo con la valigia (come lo ha conosciuto la troupe sulla strada di Quepos) che ha trovato riparo da una zia a Perez Zeledon.
Tito aiuta Marco a verniciare la casa di legno quindi lo scrittore e regista si prende per qualche tempo cura di lui: nonostante tutto pare assai preoccupato di finire sulla sua "película".
É la volta del gigante buono,un vicino,che é sordomuto lieve e si preoccupa che la  cagnolina  di Marco non si sia persa.
. historia

Tra la fine del 2005 ed i primi del 2006 con un paio di collaboratori Erler é in grado di selezionare i ragazzi che completeranno il film nelle sezioni della fiction e dell’inchiesta.
Fortunati gli incontri con Carlos Moreira Mora (sua la prima foto di questa pagina), nato a Puntarenas “la perla del Pacifico”,
la sua voglia d’avventura e sete di conoscere lo hanno costretto ad essere un attore in prima persona per sbarcare il lunario. Ha perso il fratello e per questo ha mezzo corpo tatuato che ricorda l’affetto per lui e la mamma. L’incontro avviene in uno scassato Lunapark di periferia messo insieme per il natale nel piazzale antistante Dominical, dove il padrone nicaraguense quasi sempre ubriaco tiene i suoi operai spesso alla fame. Marco Erler prende con se il ragazzo diciannovenne, gli ritaglia una parte ( sarà tra le varie interviste quella più accattivante e meglio definita nei contenuti con l’aggiunta degli aspetti di forte sensualitá del giovane, un cowboy quasi alla “Brokeback Mountain”) e lo fará lavorare come suo aiuto per il resto delle riprese del suo film.
 Nella prima parte dell’inchiesta i ragazzi intervistati sono nell’ordine:
Edwin (17), Adrian (17), Kenneth II (17), Victor (18), Brian (14), Sergio (14), Armando(19), Marta (25), Jonathan (19), David (34), Catarina (14), Alan (16).

La seconda parte é proprio Carlos ad aprirla, poi segue il campioncino di surf José Vanegas (18), Edgar (18), Luis (16) e ritornano i ragazzi piú incisivi e convinti che si erano giá espressi nella prima: Edwin e Kenneth II (il satanista).
Infine Karin (19) e sua madre Eny titolare di un Caffé culturale, il Café de la Kasa.
Il ragazzo che stacca le prime mele si chiama Deibin(22), l’altro tatuato che si arrampica sull’albero e mostra anche lui i suoi tatuaggi é Cico (20).
Il ragazzo giocoliere (malabarista in spagnolo) con la sciarpa della A.S. Roma é Armando II del barrio Tierra Prometida di S.Isidro el General. Prima di lui c'era stata l'esibizione notturna di Jason ( quello del Circo Fantazztico) cresciuto in questo stesso quartiere povero. La sorella di Kenneth Alvarez che vorrebbe un cagnolino é la brava Evelyn (12).